Allerta meteo con neve e forti raffiche di vento: fiume Pescara a rischio esondazione

2' di lettura 26/11/2013 - Pescara e provincia strette nella morsa del gelo e della neve: l’allarme lanciato dalla protezione civile nelle ultime ore ha trovato una pronta conferma già nel corso della notte, con il crollo delle temperature e le prime imbiancate sulle zone collinari.

Stamattina molti comuni della provincia erano coperti da una fitta coltre neve, che continua a cadere copiosa. Scuole chiuse a Città Sant'Angelo, Pianella, Spoltore e Penne, in attesa dell'eventuale estensione dell'ordinanza anche alla giornata di domani, mercoledì 27 novembre.

A Pescara, invece, anche questa volta a creare i maggiori disagi è la pioggia, che continua a cadere incessantemente ormai da due giorni. Nuovo rischio esondazione per il fiume Pescara: il vicesindaco con delega alla protezione civile, Berardino Fiorilli, ha ordinato nelle prime ore del mattino la chiusura al traffico delle banchine nord e sud, transennando le principali vie di accesso alla zona e chiedendo l’immediata rimozione delle autovetture parcheggiate a ridosso del fiume.

La pioggia, caduta abbondantemente su Pescara, unitamente alle nevicate delle zone interne, ha infatti portato al preoccupante innalzamento delle acque e in molti temono la rottura degli argini nelle prossime ore. Imbiancati i tetti sulle zone collinari, dove sono già attivi i mezzi della protezione civile per mantenere le condizioni di sicurezza nei quartieri Colli e San Silvestro. In provincia, un lettore segnala 30 cm di neve a Loreto Aprutino e alcuni problemi con l'alimentazione della corrente elettrica.

Non se la passa meglio il resto dell’Abruzzo, con il cosiddetto Ciclone Attila che ha imbiancato l’entroterra fino a giungere alle zone costiere del chietino e del teramano. Neve, ghiaccio e il fortissimo vento proveniente dalla Finlandia stanno interessando da stanotte quasi tutto il territorio regionale. Sulla zona costiera, le raffiche di vento proveniente da nord-ovest hanno raggiunto gli 80 km orari. Chiuse diverse scuole in provincia dell’Aquila. Disagi e rallentamenti sono segnalati in alcuni tratti dell’autostrada Roma-Pescara, mentre sulla A14 è stato disposto il divieto di transito per i mezzi pesanti. Regolare la circolazione sulle linee ferroviarie.

Le previsioni, almeno per le prossime ore, non lasciano troppe speranze: Attila raggiungerà il massimo della sua forza nella serata di oggi, martedì 26, e vento e precipitazioni dovrebbero accompagnarci almeno fino a mercoledì sera. Tutti i fenomeni saranno più intensi nelle zone dell’entroterra mentre, fiume Pescara a parte, non dovrebbero registrarsi particolari criticità nel capoluogo. Una decisa attenuazione dei fenomeni è attesa per giovedì.