Pescara: truffe a compagnie telefoniche. Arrestate 7 persone

Arresto 1' di lettura 16/12/2013 - Sette persone sono state arrestate dai carabinieri della compagnia di Popoli, nell'ambito di un'indagine che ha portato allo smantellamento di un'organizzazione dedita a truffare le maggiori compagnie di telefonia mobile.

Nel corso dell'operazione, denominata “Hydra”, oltre ai sette arresti, sono state eseguite anche 14 perquisizioni domiciliari. Il capo della banda, chiamato “il creatore”, con la complicità di impiegati della camera di commercio, rubava le identità di persone e società per stipulare contratti con le principali compagnie di telefonia mobile e ricevere in omaggio costosi smartphone e tablet che poi venivano rivenduti. Il giro d'affari della banda, che aveva complici sparsi in tutto l'Abruzzo e nella provincia di Modena, era di circa 200 mila euro e sarebbero circa 180 le persone, fisiche e giuridiche, alle quali è stata rubata l'identità.

Le indagini, iniziate dopo la denuncia di molti cittadini che avevano ricevuto ingenti fatture relative alla fornitura di servizi che non avevano mai sottoscritto, hanno consentito di recuperare e restituire più di 120 tra smartphone, tablet e sim card.


di Marco Vignati
redazione@viveremarche.it





Questo è un articolo pubblicato il 16-12-2013 alle 18:32 sul giornale del 17 dicembre 2013 - 378 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, redazione, arresto, Marco Vignati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/V8d