SEI IN > VIVERE ABRUZZO > CRONACA
articolo

Teramo: ex coniugi pugliesi truffano assicurazioni con 'veicoli fantasma'

1' di lettura
600

La Polizia stradale di Teramo ha scongiurato una truffa ai danni di compagnie di assicurazione ideata da due ex coniugi.

Gli ideatori del particolare sotterfugio hanno lucrato su dei risarcimenti legati al furto di veicoli praticamente inesistenti. Negli ultimi tempi erano state messe sotto controllo da parte della polizia giudiziaria alcune pratiche gestite da alcune compagnie relative al risarcimento danni legati a furti di autoveicoli.

L’occhio degli investigatori è caduto in particolare sui furti di due distinti veicoli, una Audi A4 ed una Opel Insigna, denunciati rubati nel giro di pochi giorni da due ex coniugi.

E.P. di anni 32 e E.I. di anni 30, entrambi di origine pugliese ma residenti in provincia di Teramo, dopo la separazione e d’accordo sul da farsi al fine di saldare vecchi debiti e soddisfare quando dovuto all’ex moglie in ragione della separazione, avevano acquistato due autovetture in Germania.

I mezzi, pagati cinquemila euro, erano stati qualificati come rottami in quanto distrutti a seguito di incidenti e non riparabili. Le due vetture non sono state mai introdotte in Italia ed alla Motorizzazione erano stati esibiti solo i documenti relativi per la nazionalizzazione ed immatricolazione dei mezzi con distinte intestazioni degli stessi ai due ex coniugi.

Dopo la formalizzazione delle varie procedure, i veicoli fantasma sono stati assicurati presso due diverse compagnie per Rca e furto totale.

Passato appena un mese ecco arrivare puntuale la denuncia di furto con conseguente ottenimento di un risarcimento totale di 35.000 euro. I due, scoperti, sono stati denunciati per truffa e falso.



Questo è un articolo pubblicato il 08-04-2014 alle 12:40 sul giornale del 09 aprile 2014 - 600 letture