SEI IN > VIVERE ABRUZZO > CULTURA
comunicato stampa

L'Aquila: grande partecipazione all’Auditorium del Parco per il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto

2' di lettura
652

Grandissima affluenza, bel oltre le migliori aspettative, all'incontro delle 11.00 presso l’ Auditorium del Parco della città de L’Aquila con Michelangelo Pistoletto.

Il progetto, curato da Antonella Muzi , è stato presentato il 10 aprile 2014 dalla Rivista Mu6 nell’ambito della IV edizione di RE_PLACE , la città si illumina di “nuovo”. La sala, stracolma, ha visto la presenza di persone di tutte le età, provenienti anche da fuori regione e una massiccia partecipazione degli istituti di formazione cittadini: da la scuola media Dante Alighieri, al Liceo Scientifico Andrea Bafile, al Liceo Artistico Fulvio Muzi , fino a l'Accademia di Belle Arti dell'Aquila. Il pubblico è stato coinvolto direttamente dal grande maestro che si è fatto "strumento" - attraverso il suo messaggio del Terzo Paradiso - per innescare un dibattito sui temi della ricostruzione e dell'impegno etico.

L'incontro si è concluso con la richiesta rivolta a Pistoletto di non abbandonare la città ma di tornare per spronare la collettività a pensare in grande, con le sue visioni e le sue logiche del Terzo Paradiso e di Cittadellarte, il suo quartiere generale delle idee che ha sede a Biella. Il successo di pubblico della mattina è stato bissato nel pomeriggio: straordinaria la partecipazione della gente alla performance collettiva che ha visto la realizzazione di un grande simbolo del Terzo Paradiso - emblema di equilibrio degli opposti, di impegno e di responsabilità - utilizzando i secchi da cantiere, simbolo della ricostruzione, riempiti di colore. Ogni partecipante, disposto nello spazio secondo i tre cerchi del Terzo Paradiso, è andato ad attingere acqua - simbolo vitale che rimanda alla fondazione della città dell'Aquila, ed è tornato a disporsi lungo il perimetro del simbolo.

Al termine, ciascun partecipante ha simbolicamente "dato vita alla terra" versando l'acqua che ha lasciato a terra la traccia multicolore del Terzo Paradiso, realizzando - come ha detto lo stesso Pistoletto - "un grande acquerello del Terzo Paradiso". Si è trattato di una performance entusiasmante, che ha visto le persone protagoniste di un'azione globale e partecipata e che le ha fatte entrare in una dimensione di condivisione di pensieri, significati e gesti, recuperando quel desiderio di stare insieme, alla luce di un grande pensiero etico di rinascita.


ARGOMENTI

dagli Organizzatori


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-04-2014 alle 12:01 sul giornale del 16 aprile 2014 - 652 letture