Silvi: insospettabili rapinano un bar, due arresti

2' di lettura 13/05/2014 - Inizio settimana movimentato per i Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Giulianova. Quanto accaduto alle prime ore dell’alba di oggi 13 maggio 2014 sembra tratto dalle scene di un film.

Erano le 02.00 circa di oggi, quando due individui con volto travisato da maschere in plastica bianca, di cui uno armato di pistola, hanno fatto irruzione nel Bar “On-Line”, ubicato sulla Statale Adriatica Nord di Silvi.

Dopo aver minacciato la cassiera si sono fatti consegnare cinquecento euro in contanti, trenta ricariche telefoniche e vari pacchetti di caramelle, dileguandosi a con una Ford Fiesta con a bordo un terzo complice.

La cassiera dell’esercizio, sebbene profondamente turbata dall’accaduto, ha chiamato immediatamente i carabinieri ai quali ha fornito ogni notizia utile all’identificazione dei responsabili: tipo e colore del veicolo ed i primi numeri di targa, descrizione dettagliata degli abiti indossati dai malviventi e della merce prelevata.

Sono scattate le ricerche con tutte le pattuglie in circuito. Dopo poco tempo, i militari di Silvi, avendo fondati sospetti che i responsabili fossero di Pineto, hanno concentrato la loro attenzione nel comune limitrofo.

E infatti l'intuito dei militari è stato determinante. Infatti, sul lungomare nord del centro costiero hanno localizzato la Ford Fiesta utilizzata dai malviventi per darsi alla fuga, identificando tre “insospettabili” giovani incensurati del luogo: T.V. 23enne, un minorenne di 17 anni ed una minore di 15 anni.

A conclusione degli accertamenti i militari hanno recuperato l’intera refurtiva, tra cui anche le caramelle, una pistola “giocattolo” priva di tappo rosso, fedele riproduzione della Beretta in dotazione alle Forze di Polizia ed un fucile da soft-air, il tutto sottoposto a sequestro.

Per T.V. ed il 17enne, si sono aperte rispettivamente le porte del carcere di Castrogno e quelle del Centro di Prima Accoglienza del Tribunale dei Minori di L’Aquila, in attesa dell’udienza di convalida davanti ai Giudici competenti dove si dovranno difendere dall’accusa di rapina in concorso.

La complice 15enne, invece, è stata denunciata in stato di libertà per lo stesso reato alla Procura dei Minori di L’Aquila.






Questo è un articolo pubblicato il 13-05-2014 alle 14:03 sul giornale del 14 maggio 2014 - 558 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Alfonso Aloisi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/35f





logoEV