Teramo: L’assessore municipale alle Pari opportunità Ilaria de Sanctis e la Consigliera comunale Graziella Cordone, rilasciano la seguente nota

1' di lettura 19/04/2021 - "Esprimiamo, come amministratrici, la nostra piena vicinanza e partecipazione, a chi ha esteso e ai contenuti della nota diffusa ieri dal Centro di cultura delle donne Hannah Arendt di Teramo, UDI di Pescara, insieme alle reti femministe di Umbria e Marche."

"La nota rileva l’ennesimo attacco al diritto all’autodeterminazione delle donne, facendo esplicito riferimento al bando della Regione Piemonte che consentirà alle organizzazioni anti-abortiste di entrare ufficialmente all’interno di ospedali e consultori.

Come rilevato, in realtà lo stesso disegno di attacco all’autodeterminazione delle donne è in atto nelle altre amministrazioni locali del nostro Paese guidate dalla destra: Umbria, Marche e Abruzzo.

Siamo convinte di dover tutelare i diritti che noi donne, con fatica, abbiamo acquisito negli anni. E, allora, anche noi siamo dalla parte di chi vuole che la legge 194 non venga disattesa, e che invece i consultori familiari vengano potenziati per acquistare la rilevanza sociale che meritano; chiediamo con forza, inoltre, che la RU486 sia somministrata nei consultori stessi.

Noi ci siamo."






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-04-2021 alle 11:26 sul giornale del 20 aprile 2021 - 121 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, teramo, comune di teramo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bYh8