Foschi (Ugl Pescara): "Si richiede la convocazione di un incontro urgente per fare il punto sulla situazione del personale della Asp2 della provincia di Teramo"

3' di lettura 22/11/2021 - “La Ugl Abruzzo chiede la convocazione di un incontro urgente con la Presidenza e il Consiglio d’Amministrazione della Asp 2 della Provincia di Teramo al fine di fare un punto necessario sulla situazione e sulla gestione del personale, al fine di tracciare un quadro sulle relazioni interne e sui carichi di lavoro e di responsabilità all’interno dell’Ente locale. A otto mesi dall’insediamento della nuova governance politica dell’Ente pubblico, ci pare anomalo che tale verifica non sia già stata avvertita come necessaria e dunque promossa dallo stesso Cda, ed è dunque ancor più doveroso farci promotori di tale iniziativa, anche alla luce delle ultime operazioni aziendali messe in atto dalla stessa Asp 2, e che hanno delle ripercussioni immediate sugli stessi dipendenti”. Lo ha annunciato Armando Foschi, referente Ugl, che è stato investito della problematica dalle rappresentanze sindacali unitarie in seno alla Asp 2.

“La Ugl Abruzzo ritiene non più procrastinabile inoltrare la richiesta e, di conseguenza, la convocazione del Tavolo di concertazione, previsto nel Contratto Nazionale di Lavoro degli Enti locali, quale sede opportuna di confronto tra le parti datoriali e i lavoratori – ha sottolineato il referente Ugl Foschi -. Ci attendevamo tale convocazione già dallo scorso marzo 2021, ovvero all’indomani del cambio al vertice e dell’entrata in funzione del nuovo Presidente Palestini, succeduto all’uscente dimissionario, l’avvocato Luca Di Pietrantonio, in seguito alle numerosissime problematiche giuridico-amministrative insorte all’epoca e, peraltro, pienamente condivise dallo stesso Cda, con l’attuale Presidente, l’avvocato Palestini, che all’epoca dei fatti ricopriva la carica di Presidente dell’Assemblea dei Portatori d’Interesse.

Ma di fatto, a otto mesi di distanza, e paradossalmente a un mese e 10 giorni dall’arrivo del nuovo anno, tale convocazione non è mai arrivata, vogliamo pensare si sia trattato di una dimenticanza, grave trattandosi di relazioni sindacali doverose, ma pur sempre dimenticanza, alla quale è oggi doveroso, da parte del Cda, porre rimedio. Peraltro – ha proseguito Foschi - tale confronto assume un carattere d’urgenza a fronte delle attività che sembra siano state recentemente messe in atto dalla Asp 2 della Provincia di Teramo e che hanno delle inevitabili ripercussioni nella ripartizione dei carichi di lavoro all’interno dell’Azienda pubblica che si occupa di categorie fragili, ovvero anziani ricoverati nella Casa di Riposo Santa Rita, i bambini della scuola dell’infanzia di Mutignano, ragazze madri e orfani, ospiti a Giulianova, e degli uomini e delle donne diversamente abili utenti del Centro Diurno sito in Atri, oltre che nel centro-Fattoria sociale Rurabilandia.

La Ugl Abruzzo chiede la convocazione di un incontro entro sette giorni dal ricevimento della presente nota, certi dello spirito di collaborazione della Presidenza e del Consiglio d’Amministrazione e della disponibilità all’apertura di un Tavolo di concertazione permanente teso a garantire massima trasparenza all’operato di un’Azienda pubblica che deve operare secondo le norme degli Enti locali e su cui necessariamente va garantita la vigilanza delle forze sindacali, a tutela dei lavoratori e degli investimenti pubblici che tutti gli Enti locali, dalla Regione Abruzzo ai Comuni del comparto teramano e pescarese sino all’Ambito sociale garantiscono ogni anno per le strutture che fanno capo alla Asp 2”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-11-2021 alle 15:47 sul giornale del 23 novembre 2021 - 114 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cvzh