Al via all'Aurum di Pescara la 1a edizione di Terrà, il forum della transizione energetica

4' di lettura 25/05/2022 - Si chiama Terrà e dice già tutto con una sola parola: quale futuro per il nostro pianeta. La tematica, centrale nelle agende politiche e non solo, verrà trattata nelle sue mille sfumature da ospiti di richiamo nazionale ed internazionale in una tre giorni organizzata all'Aurum di Pescara dalle 9.30 alle 19 (25, 26 e 27 maggio. Ingresso gratuito).

Si tratta del primo forum della transizione energetica, coordinato da Mirus e promosso da Regione Abruzzo, Comune di Pescara e Fondazione Pescarabruzzo, con il patrocino del Ministero della Transizione ecologica.

Tra gli ospiti, Roberto Cingolani, ministro della Transizione ecologica (in collegamento mercoledì alle 18.30) e il ministro e viceministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini (in collegamento giovedì alle 12.15) e Alessandro Morelli (in presenza, un quarto d'ora prima, giovedì alle 12); ma ancora: Vannia Gava, sottosegretario di Stato per l'Ambiente (per la prima giornata, mercoledì alle 17.30), Grazia Francescato, giornalista, già deputata, leader del WWF Italia (mercoledì alle 12.45). Giulio Sapelli, economista e storico (giovedì alle 18); Franco Ianeselli sindaco di Trento - città più green d'italia (venerdì alle 11); l'artista Michelangelo Pistoletto (venerdì alle 11.45), Oscar Farinetti fondatore di Eataly (venerdì alle 12.15). In arrivo anche Alfonso Pecoraro Scanio, presidente Fondazione UniVerde, già ministro dell'Agricoltura e dell'Ambiente (mercoledì alle 12). Il programma completo è su www.terrapescara.it

L'apertura dei lavori c'è stata mercoledì 25 con una giornata dedicata a industria, fonti alternative, economia circolare e rifiuti.

Si è partiti alle 9.30 con i saluti istituzionali del sindaco Carlo Masci che appoggia l'iniziativa presentandola come il "laboratorio giusto che apre la porta ad un futuro in cui il nostro vivere quotidiano sarà ridisegnato" e del presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, che crede fortemente nel binomio "Fare e Salvguardare-Salvaguardare e Fare".

A seguire è stato l'assessore regionale all'Energia Nicola Campitelli ad aprire i lavori. Così proprio Campitelli: "Quello di cui abbiamo bisogno è pragmatismo e concretezza, per puntare con grande forza all'autosufficienza energetica. Oggi più che mai l'indipendenza energetica è diventata una priorità. Per questo Terrà vuole parlare dell'ambiente in cui vivremo e tratterà i temi della sostenibilità, della tutela e della transizione energetica. È un importante appuntamento, con l'obiettivo di farlo divenire il punto di incontro annuale di vertici nazionali ed internazionali del settore, palcoscenico delle più innovative soluzioni in Abruzzo, in Italia e nel mondo".

Tra i numerosi appuntamenti, l'iniziativa prevede nove tavole rotonde. La prima verterà sulla sostenibilità del paese (mercoledì alle 10.45) con anche Riccardo Toto, direttore generale Renexia. Nel pomeriggio, approfondimento su Transizione verso l'economia circolare, best practice in Abruzzo (mercoledì alle 15) con anche Giuseppe Savini, presidente ARAP Abruzzo; a seguire (alle 16.30) tavola dal titolo: L'innovazione nella filiera della gestione dei rifiuti. Tra gli interventi, quello di Massimo Papa, presidente Ambiente spa.

GIOVEDì, giornata dedicata a mobilità e trasporti: dopo i saluti istituzionali dell'assessore Campitelli, seguirà l'intervento di Gianfranco Giuliante (alle 10), presidente TUA, società che ha appena presentato un piano strategico di oltre 100 milioni di euro da investire per il rilancio del trasporto pubblico. Tra gli altri appuntamenti: la tavola rotonda sulle nuove tecnologie (alle 10.45) con anche Gino D'Ovidio, professore universitario e, nel pomeriggio, focus dal titolo: Il PNRR trasporta l'Italia verso il futuro (alle 15.30) con anche Maximilian Di Pasquale direttore generale TUA; A seguire: Come si muovono i top player nel mondo, in Italia, in Abruzzo (alle 16.30), con anche Giorgio Zino, Europe sales operations director Iveco Bus.

VENERDì sarà invece dedicata alle città sostenibili: primo appuntamento con Luigi D'Eramo, membro della VIII Commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici della Camera dei Deputati.
La prima delle tavole rotonde della giornata è prevista per le 10: Architettura e tecnologie sostenibili per le costruzioni del futuro, con Antonio D'Intino, presidente ANCE Abruzzo e diversi professori universitari della D'Annunzio Chieti-Pescara. Nel pomeriggio (alle 15.50) focus sull'Abruzzo, regione più industrializzata e verde d'Europa. Con anche Antonio Morgante, direttore ARAP Abruzzo. Ultima tavola rotonda (alle 17.45) dal titolo I parchi nazionali e regionali patrimonio del Paese, risorsa ambientale ed economia, con i presidenti dei parchi regionali e nazionali del territorio.

Le tavole rotonde saranno moderate dalle giornaliste Monica Setta e Ingrid Muccitelli, volti noti di Unomattina in famiglia e da Massimo Lucidi, direttore Map Report.

Le conclusioni di questa importante iniziative saranno inoltre affidate a Marco Marsilio, presidente Regione Abruzzo, atteso per venerdì alle 18.45.

Figlia del Green Deal, Terrà parte dunque dalla volontà di dare il proprio contributo per ricostruire la società, locale ed europea, nel post pandemia, in un'ottica sostenibile. Presentato alla Commissione Europea a dicembre 2019, il Green Deal (o patto verde) racchiude una nuova strategia di crescita che sia in grado di gestire i cambiamenti climatici, senza trascurare persone e luoghi. E riguarda tutti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2022 alle 08:57 sul giornale del 26 maggio 2022 - 133 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c8ZY





logoEV