Autostrade A24/A25, i sindaci di Abruzzo e Lazio: "Se gli impegni non saranno rispettati, riprenderemo la protesta"

1' di lettura 29/03/2023 - "I sindaci e gli amministratori di Lazio e Abruzzo impegnati nella battaglia contro il caro pedaggi e per la sicurezza della A24/A25, all'esito della riunione tenutasi mercoledì e a seguito dell'audizione al ministero dei Trasporti della sindaca di Carsoli Velia Nazzarro, delegata dal coordinamento degli amministratori, ribadiscono l'unità, l'autonomia e la coerenza del movimento".

A scriverlo in una nota sono i sindaci e gli amministratori dei Comuni attraversati dalle tratte autostradali A24 e A25, oggi gestite da Anas spa dopo la revoca della convenzione a Strada dei Parchi. "Da oltre cinque anni, indipendentemente dalle appartenenze politiche e rifiutando ogni tipo di interferenza - precisano nella nota -, gli amministratori portano avanti, nel nome dei territori che rappresentano, una battaglia di civiltà e continuano a chiedere sicurezza e riduzione o eliminazione delle tariffe.

Dopo aver comunicato i nomi della delegazione degli amministratori che parteciperanno al tavolo tecnico, si attende la conferma della prima riunione da tenersi nella data del 5 o del 12 aprile, come già concordato nell'audizione al Mit. Qualora gli impegni assunti e le disposizioni della legge 108/2022 non saranno rispettate - concludono - , i sindaci e gli amministratori riprenderanno le azioni di protesta. Priorità alle esigenze dei nostri territori".


   

di Agenzia DIRE





Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 29-03-2023 alle 10:18 sul giornale del 30 marzo 2023 - 66 letture

In questo articolo si parla di attualità, agenzia, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dZWV





logoEV
qrcode