Magliano de' Marsi, confiscati beni per oltre dieci milioni di euro a un imprenditore romano

1' di lettura 12/09/2023 - Maxi confisca a Magliano de' Marsi. Gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso la Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Roma e il Servizio Centrale Anticrimine hanno dato esecuzione a un decreto di confisca di beni dal valore complessivo di dieci milioni di euro, emesso ai sensi della normativa antimafia dal Tribunale Sezione Misure di Prevenzione di Roma su proposta congiunta del Procuratore della Repubblica di Roma e del Questore di Roma.

Il provvedimento – eseguito nelle province di Roma, Latina, Frosinone e L'Aquila, e riguardante i beni e gli assetti societari di un imprenditore romano, di sua moglie e del figlio di entrambi – include la confisca delle quote e dell'intero patrimonio aziendale di tre compagini societarie che operano nei settori del trattamento dei rifiuti, del commercio di materiali ferrosi e immobiliare; inoltre, di circa trenta immobili situati a Roma, Pomezia, Marino e Ardea (RM), Aprilia e Fondi (LT), Magliano dei Marsi (AQ), e Sgurgola (FR). Secondo quanto emerso finora, nel 2017 i tre soggetti suddetti sarebbero stati coinvolti nella cosiddetta operazione Dark side, condotta dalla Polizia di Stato con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Roma e finalizzata allo svelamento di un sodalizio criminale dedito all'illecito smaltimento di rifiuti (anche di natura tossica).


   

da Marianna Piacente
avezzano@vivere.news





Questo è un articolo pubblicato il 12-09-2023 alle 15:42 sul giornale del 13 settembre 2023 - 150 letture

In questo articolo si parla di cronaca, rifiuti, Abruzzo, antimafia, confisca, articolo, Marianna Piacente, marsica, Magliano de' Marsi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/erqF





logoEV
qrcode