SEI IN > VIVERE ABRUZZO > ATTUALITA'
comunicato stampa

"Crimini internazionali e lotta all'impunità", convegno Amnesty al Tribunale di Pescara

1' di lettura
34

Martedì 28 maggio, dalle 11 alle 13, presso l’Aula Alessandrini del Tribunale di Pescara, si terrà il convegno "Crimini internazionali e lotta all'impunità" organizzato da Amnesty International Italia, Circoscrizione Abruzzo e Molise.

Interverranno Antonio Marchesi, Docente di Diritto Internazionale, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Teramo, già presidente per due mandati di Amnesty Italia, Riccardo Noury attuale Portavoce di Amnesty Italia e Parisa Nazari, attivista di origine iraniana e mediatrice culturale. I più recenti accadimenti internazionali rendono il tema del convegno di particolare attualità.

Antonio Marchesi effettuerà uno spaccato sul cammino della giustizia nell’ultimo quarto di secolo, sull’operato dei tribunali in relazione al principio della giurisdizione internazionale e porrà un focus sull’attività e prerogative della Corte Penale Internazionale, al fine di perseguire i responsabili di gravi crimini di guerra e reati contro l’umanità, in particolare quello per genocidio. Marchesi, attraverso una valutazione della giurisprudenza della Corte Penale Internazionale, avrà modo si evidenziare e chiarire cosa renda il genocidio, i crimini di guerra ed i crimini contro l’umanità, crimini internazionali. Riccardo Noury accenderà un focus sul contenuto del Rapporto Amnesty 2023/2024, appena edito, in tema di violazione di diritti umani.

Per i saluti istituzionali, la voce della Responsabile di Amnesty International Abruzzo-Molise Alessandra Desiderio, del Presidente del Tribunale di Pescara Angelo M. Bozza, del Procuratore della Repubblica Giovanni Bellelli, del Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Pescara Federico Squartecchia, del Presidente della Camera Penale Massimo Galasso e del Vicepresidente della Fondazione Forum Aterni Monica Galasso. Modera Marco Savini, avvocato del foro di Pescara. L’ingresso è libero e saranno riconosciuti crediti formativi in materia di diritto internazionale agli avvocati presenti.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2024 alle 18:08 sul giornale del 28 maggio 2024 - 34 letture






qrcode